Il diario di una mistress parte 1°

Mi chiamo Anna ho ventisette anni , laureata in Scienze della Comunicazione, di buona famiglia, mio padre operaio e mia madre insegnante ……cosa c’e’ di strano in tutto questo? …….Sono stata per due anni una una SCHIAVA!!!

Ho subito umiliazioni e piccole torture,finche’ un giorno ho capito che la mia vera indole era un’altra….non essere una SLAVE ..non subire …ma DOMINARE!!!!!

mistress

Ho sculacciato, umiliato, frustato centinaia di uomini…….Attenzione voglio precisare non sono una Escort…..ma torniamo indietro un’ attimo a quando frequentavo ancora la facolta’ di Scienze della Comunicazione, e’ in questo periodo che ho conosciuto un uomo …un MASTER, eravamo molto intimi anche sessualmente intendo ed e’ grazie a lui che ho scoperto questo mondo …e il mio lato chiamiamolo oscuro.

Mister X …chiamiamolo cosi’ mi ha raccontato tutte le sue perversioni sessuali che provava nei confronti di una donna, non importa se affascinante, sexy, magra, grassa ,altolocata o altro….quando un MASTER si fissa su una donna lei diventa l’ oggetto delle sue perversioni diventa la schiava perfetta.

Dopo alcune esperienze vissute con lui …tra le quali anche serate nei CLUB PRIVE’, ma non come oggetto di desiderio altrui …ma suo desiderio ….si scopava davanti a altri frequentatori che ci guardavano…ho capito che tutto questo mi incuriosiva, eccitava,,ma non come SLAVE ma dal lato opposto, il comando, il potere il dominio che si ha sugli altri e renderli impotenti davanti alle tue decisioni.

Decisi di chiudere la mia relazione con Mister X iniziavo a ribellarmi ai suoi ordini e questo a lui non piaceva eravamo entrambi due caratteri forti e dominanti..mi sentivo già una mistress dentro..e non poteva continuare questo gioco …ma non sarebbe finita la nostra complicità…il legame che si crea tra SLAVE e MASTER difficilmente se di lunga durata termina con una rottura netta esiste sempre una linea che li unisce…..lui e’ il mio confidente amico e ideatore di giochi perversi.

Una volta rimasta sola misi il mio primo annuncio su un sito di incontri on line con il nick name di Fetish Girl…da li a poche ore cento visitatori….ora avrei dovuto scegliere la mia preda, non tutti erano uomini spiacevoli, avevano un’eta’ compresa tra i trentacinque e cinquant’anni….dagli uomini di successo e carriera all operaio.

Incominciai a scorrere i vari profii …eccolo …!!! Belloccio, quarantatre anni, direttore di banca, sposato, incominciamo a scambiarci qualche generalita’, poco dopo fisso l’appuntamento in un Hotel in una localita’che si trovasse a meta’ strada ….ROMA….da li a poche ore avrei svolto il mio primo ruolo di MISTRESS.

Mi presento con un abbigliamento definirei classico…camicetta nera slacciata appena sopra al seno, gonna al ginocchio aderente , scarpe  con tacco 12 tutto rigorosamente nero….(adoro il nero e il rosso….)collant velato , capelli raccolti e un tocco di rosso sulle labbra…..ecco prendo le chiavi ….camera 206 salgo ….apro la porta e lo trovo li’ pronto ad aspettarmi …sapeva gia’ che la SUA PADRONA stava arrivando…lui li’ in ginocchio e sguardo basso….

Era un uomo sessualmente poco dotato, per questo non riusciva a mantenere un erezione …si toccava mentre mi fissava le scarpe e le caviglie…non doveva assolutamente guardarmi sopra al ginocchio se non con il mio permesso…era chiaro!

Pubblicato da Anna di Roma