Fantasie erotiche Uomo e/o donna

Una fantasia erotica è una rappresentazione immaginaria di desideri consci o inconsci. Le immagini, idee o sentimenti prodotti dallo spirito generano un’emozione e un’eccitazione, soprattutto sessuale. Questo fenomeno non riguarda solo la sessualità, ma anche il desiderio e il piacere in generale. Il termine proviene dalla parola tedesca “phantasie”, utilizzata da Freud per descrivere l’immaginazione.

Tutti hanno delle fantasie erotiche, a qualsiasi età, in modo cosciente o meno, esplicito o meno. Inoltre, le donne ne hanno tante quante gli uomini. L’unica differenza è che questi ultimi sono meno pudici e ne parlano quindi più liberamente.

Le fantasie erotiche fanno parte di un fenomeno affascinante, ma che resta nondimeno del tutto naturale. È addirittura sintomo di una buona salute psichica. La maggior parte delle volte, esse provengono da un desiderio inconscio rimosso. Per Freud, queste si formerebbero prevalentemente durante l’adolescenza, sin dalle prime masturbazioni, o addirittura nell’infanzia (verso i 6 anni).

fantasie

Permettono all’individuo di isolarsi dai problemi quotidiani e di correggere alcune imperfezioni del mondo reale, al quale l’Io cerca di sfuggire grazie all’immaginazione. Corrispondono in qualche modo a un compromesso tra il sogno e la realtà, le pulsioni e i divieti, e procurano un’evasione. Le fantasie erotiche non corrispondono nonostante questo a un’insoddisfazione, ma piuttosto a una valvola di sfogo che permette all’individuo di scaricare le pressioni sociali e morali, che possono spesso essere molto forti.
Inoltre, le fantasie erotiche sono afrodisiaci molto potenti.

Gli psichiatri e i sessuologi sono d’accordo nel distinguere due tipi di fantasie: quelle “creative”, che arricchiscono una relazione sessuale e risvegliano il desiderio, e quelle che permettono di abbassare le inibizioni ed esprimere pienamente la propria sessualità.

Le fantasie erotiche più diffuse

Alcune “scenette erotiche” possono venirci in mente durante la giornata oppure al momento dell’atto sessuale e si formano a seconda della personalità di ciascuno di noi. Tra quelle più diffuse, troviamo per le donne quella di fare l’amore in un luogo deserto e selvaggio (spiaggia, foresta…) o in pubblico (parcheggio, ascensore, ufficio…). Vengono poi quelle su un rapporto con un personaggio in particolare (una celebrità, un perfetto sconosciuto, un amico o un collega). Alcune fantasie possono anche basarsi su un rapporto sessuale “accessoriato” (corde, bende, cibo, manette). Per finire, certe fantasie erotiche riguardano alcune situazioni (avere un rapporto omosessuale, con più partner, essere la preferita in un harem o fare uno strip-tease davanti a molti uomini).
Invece, le fantasie erotiche degli uomini sono molto più violente, spesso di ordine sessuale (rapporti anali, sadomasochismo, esibizionismo, scambismo o rapporti con due donne) e spesso sono quelle più realizzate.